Con l’estensione a tutta l’Italia delle misure previste dal Dpcm dell’8 marzo 2020,anche lo sport italiano si ferma ufficialmente fino al prossimo 3 aprile e lo fa pure la Matera Sport Academy, come del resto già volontariamente deciso nei giorni scorsi, da alcune società rientranti nel sodalizio, con l’intento di tutelare i propri tesserati e la cittadinanza tutta. L’emergenza coronavirus sta mettendo in ginocchio l’Italia così come, ahimè, l’intero mondo sportivo ed il tessuto economico che lo tiene in piedi, ma è il momento della collaborazione e del sacrificio di tutti, il che significa realmente uscire dalle proprie case solo per validi motivi ovvero, come indicato nel vademecum diffuso dal Governo (http://www.governo.it/it/articolo/decreto-iorestoacasa-domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/14278), per andare a lavoro, per ragioni di salute o situazioni di necessità. Soltanto così si potrà venire fuori da questa situazione emergenziale: sarà fondamentale rinunciare per qualche settimana alle proprie abitudini quotidiane, seppur sane, ma è il momento della responsabilità e della collaborazione, come detto anche da Papa Francesco, che, assieme alla buona volontà, rappresentano il “valore aggiunto di cui il mondo ha estremo bisogno”. Approfittiamone dunque per trascorrere più tempo con i nostri cari così da superare insieme questo periodo buio: “Giudica il tuo successo – dice invece il Dalai Lama – da ciò a cui devi rinunciare per poterlo ottenere”, questo lo spirito guida in un momento in cui davvero tutti siamo chiamati al sacrificio, necessario per ritrovarsi più forti di prima.

Avatar

Andrea Rospi

Website:

Articoli Recenti

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *